TAR Lombardia, Milano, Sez. I, 19 giugno 2019, n. 1318

Industria e commercio – Licenza di commercio – Per la somministrazione di alimenti e bevande – Sospensione da parte della questura – In presenza di episodi di spaccio di sostanze stupefacenti all’interno del locale – Legittimità – Fattispecie

 

Legittimamente la questura adotta il decreto di sospensione dell’autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande ai sensi dell’art. 100, Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, motivandola sull’accertamento oggettivo che all’interno dell’esercizio commerciale vi era stato un episodio di cessione di sostanze stupefacenti da parte di un cittadino straniero ad un avventore e che numerosi clienti avessero precedenti penali. Nella fattispecie la sospensione di quindici giorni aveva riguardato un bar.