Consiglio di Stato, sez. IV, 29 ottobre 2020, n. 6620

Appalto – Gara – Aggiudicazione definitiva – Sottoscrizione del contratto – Rifiuto da parte dell’impresa aggiudicataria – Per mutamento postumo delle condizioni contrattuali – Incameramento della garanzia fideiussoria da parte della stazione appaltante – Illegittimità – Fattispecie

Deve considerarsi illegittimo l’incameramento della garanzia fideiussoria da parte della stazione appaltante quando il rifiuto di sottoscrivere il contratto di appalto da parte dell’impresa aggiudicataria sia dipeso dalla modificazione postuma di taluni condizioni contrattuali tali da rimettere in discussione la convenienza per la predetta impresa a firmare il contratto e a svolgere le prestazioni in esso riportate. Nella fattispecie, l’appalto aveva come oggetto l’affidamento del servizio di raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani, mentre la modificazione postuma di alcune condizioni negoziali riguardava i rapporti di lavoro con l’incremento di unità di personale da impegnare a tempo pieno.