Corte di Cassazione, sez. VI, 22 aprile 2022, n. 12927

Condominio – Amministratore – Nomina – Delibera condominiale – Compenso annuale – Indicazione – Omissione – Nullità

Agli effetti dell’art. 1129, comma 14, c.c., il quale prevede la nullità  della nomina dell’amministratore di condominio ove non sia specificato l’importo dovuto a titolo di compenso, per la costituzione di un valido contratto di amministrazione condominiale occorre accertare la sussistenza di un documento, approvato dall’assemblea, ritualmente convocata e con il quorum deliberativo previsto dal Codice civile, recante, anche mediante richiamo ad un preventivo espressamente indicato come parte integrante del contenuto di esso, l’elemento essenziale della analitica determinazione del corrispettivo, che non può ritenersi implicita nella delibera assembleare di approvazione del rendiconto.