TAR Campania, Napoli, Sez. V, 31 ottobre 2018, n. 6406

Pubblico impiego – Mobilità volontaria – Riguardante anche dipendenti di altri comparti – Controversia – Giurisdizione del giudice amministrativo

 

Qualora una pubblica amministrazione  abbia deciso di attivare la mobilità volontaria, ai sensi dell’art. 1, comma 47, L. n. 311 del 2004, estendendo la selezione ai dipendenti appartenenti ad altri gli enti, al di fuori del comparto,  soggetti ai vincoli di assunzione, la controversia rientra nella giurisdizione del giudice amministrativo.

Il cambio di orientamento giurisprudenziale discende dalle recenti indicazioni della Corte di Cassazione le cui Sezioni Unite con la sentenza 12 maggio 2017, n. 11800, hanno attribuito alla giurisdizione amministrativa le controversie relative ad una procedura concorsuale, bandita da un ente pubblico territoriale e riservata a dipendenti di altre amministrazioni del comparto degli enti locali, in quanto la predetta procedura realizza una mobilità esterna, che si conclude con l’instaurazione di un diverso contratto di lavoro fra l’ente pubblico ed il vincitore del concorso.