Corte di Cassazione, sez. I, 25 gennaio 2021, n. 1473

Famiglia – Figli minori – Adottabilità – Condizioni e presupposti – Fattispecie in tema di violenze e maltrattamenti

Legittima l’adozione di un provvedimento di adottabilità il gravissimo episodio di pestaggio a danno di un figlio minore preceduto da altri comportamenti violenti qualora il fatto abbia cagionato ripercussioni a livello fisico e psichico con un evidente disturbo della personalità accertato attraverso una specifica perizia. Le predette condotte sono prova dello stato di abbandono che giustifica la dichiarazione di adottabilità la quale ricorre allorquando i genitori non siano in grado di assicurare al minore quel minimo di cure materiali, calore affettivo, aiuto psicologico indispensabile per lo sviluppo e la formazione della sua personalità e la situazione non sia dovuta a forza maggiore di carattere transitorio, tale essendo quella inidonea per la sua durata a pregiudicare il corretto sviluppo psico-fisico del minore. Nella fattispecie, ci si trova innanzi a un episodio di gravità eccezionale, essendosi posto in essere un feroce pestaggio, anche con oggetti contundenti, di una bambina da parte della madre, a seguito del quale la minore ha riportato gravissime lesioni che ne resero necessario il ricovero in ospedale, con prognosi riservata superiore a quaranta giorni per compromissione delle funzioni vitali.