Corte di Cassazione penale, sez. III, 29 luglio 2021, n. 20706

False indicazioni od omissioni di informazioni – Reddito di cittadinanza – Sequestro preventivo di somme di denaro – Legittimità – Fattispecie

E’ legittimo il sequestro preventivo disposto in presenza del reato di false indicazioni od omissione di informazioni inserite nell’autodichiarazione finalizzata all’ottenimento del reddito di cittadinanza (art. 7, d. l. 28 gennaio 2019, n. 4, convertito con modificazioni dalla l. 28 marzo 2019, n. 26). Nella fattispecie, il sequestro aveva come oggetto una somma di denaro pari a oltre diecimila euro presente in un conto gioco on line intestato ad un uomo imputato per il reato di false indicazioni od omissioni di informazioni inerenti alla documentazione presentata per ottenere il reddito di cittadinanza.