Consiglio di Stato, sez. V, 14 luglio 2020, n. 4554

Industria e commercio – Esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande (bar) – Orario di chiusura – Proroga di un’ora – Autorizzazione comunale – Decadenza – Per superamento dei limiti di inquinamento acustico –  Legittimità

Legittimamente l’amministrazione comunale ai sensi dell’art. 9 T.U.L.P.S. dispone la decadenza dell’autorizzazione alla proroga di un’ora dell’orario di chiusura relativa a un bar motivandola con il superamento dei limiti di inquinamento acustico accertato dall’ A.R.P.A.E. e con il conseguente disturbo alla quiete pubblica causato dallo stazionamento di persone al di fuori del locale e dalla continua rottura del vetro di bottiglie.