Consiglio di Stato, sez. II, 1 febbraio 2021, n. 947

Pubblico impiego – Concorso – Ruolo legale – Bando – Iscrizione all’ordine professionale anteriore al superamento delle prove – Illegittimità – Fattispecie

Risulta illegittima la clausola del bando di concorso per l’assunzione di un avvocato nel ruolo legale  che, per partecipare alle prove, richieda il possesso dell’iscrizione all’ordine professionale forense attestata mediante il certificato rilasciato in data non anteriore a sei mesi dalla scadenza del termine per presentare la domanda di alla procedura selettiva. Infatti, la predetta disposizione viola il principio di proporzionalità traducendosi in un onere a livello amministrativo ed economico che si appalesa necessario esclusivamente nel momento in cui il candidato, risultato vincitore del concorso, venga chiamato dalla P.A. ad assumere le proprie funzioni funzioni non adeguato per la tutela del pubblico interesse. Nella fattispecie si trattava del ruolo legale di una Azienda Sanitaria Locale.