TAR Puglia, Lecce, sez. II, 4 febbraio 2021, n. 193

Appalto –  Servizi – Appalto sotto soglia comunitaria – Gara – Aggiudicazione –Impresa legata alla società già affidataria del servizio – Illegittimità – Principio di rotazione ex art.36, Codice dei contratti pubblici – Violazione – Sussiste – Fattispecie

E’ illegittima l’aggiudicazione di una gara di appalto di servizi sotto la soglia comunitaria qualora la P.A. abbia aggiudicato la gara ad una impresa concorrente strettamente legata alla società già affidataria del servizio in quanto ricorre una palese violazione dell’art. 36, Codice dei contratti pubblici che impone la rotazione delle ditte per questa categoria di contratti. Nella fattispecie, l’impresa aggiudicataria risultava avere lo stesso indirizzo e l’identico recapito telefonico della impresa che aveva in precedenza gestito lo stesso servizio di pulizia, inoltre esistevano rapporti di parentela stretta tra i legali rappresentanti delle due ditte.