TAR Lazio, Roma, sez. II, 14 giugno 2022, n. 7880

Atto amministrativo – Centro scommesse – Mero ingresso di minore di anni diciotto – Chiusura temporanea – Legittimità – Fattispecie

 

Il non aver impedito l’ingresso del minore di anni diciotto legittima la chiusura di un centro scommesse a nulla rilevando che il soggetto non abbia effettuato scommesse. In sostanza sono state estese le sanzioni, già precedentemente previste per la partecipazione ai giochi pubblici da parte dei minori, anche al loro ingresso in aree riservate al gioco, in ragione, della esigenza di contrastare il fenomeno della ludopatia ovvero dell’incapacità di resistere all’impulso di giocare d’azzardo o fare scommesse tendenza maggiormente accentuata nei minori. Nella fattispecie, una ragazza minore di anni diciotto era entrata in un locale adibito a centro scommesse al solo fine di cercare il fidanzato maggiorenne. La sanzione della chiusura è stata di dieci giorni.