Corte di Cassazione, sez. I, 31 dicembre 2021, n. 42125

Famiglia – Assegno divorzile –  Revoca – Condizione economica-patrimoniale della famiglia di origine dell’ex moglie – E’ rilevante – Fattispecie

I criteri per attribuire e determinare l’assegno divorzile non dipendono dal tenore di vita godibile durante il matrimonio, operando lo squilibrio economico patrimoniale tra i coniugi unicamente come precondizione fattuale in ragione della finalità composita (assistenziale, perequativa e compensativa) dell’assegno in questione. Pertanto, non spetta l’assegno divorzile all’ex moglie qualora la famiglia d’origine di quest’ultima disponga di una posizione economica agiata che le aveva consentito di avere una situazione economico-patrimoniale molto solida sin dall’inizio della vita matrimoniale e sicuramente più solida di quella dell’ex marito. Nella fattispecie, all’ex moglie è stato tolto l’assegno di mantenimento pari a 300,00 euro mensili.